Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra   Cookies Policy    

White Marble For Building by IMM

Padiglione 26


 

Internazionale Marmi e Macchine Carrara (IMM) in collaborazione con Bologna Fiere ha presentato a SAIE, prima fiera italiana per l’edilizia, White Marble for Building, un progetto espositivo che aveva l’obiettivo di valorizzare e promuovere l’utilizzo del marmo nell’edilizia come materiale eco-sostenibile, innovativo e totalmente plasmabile sulle nuove tendenze architettoniche e di design che hanno visto, per tutto il 2016, il marmo e la pietra naturale indiscussi protagonisti.

 

Il marmo si è rivelato nel 2016 un materiale molto di moda e di forte attrazione per la domanda estera. L’utilizzo del marmo in architettura è pertanto un tema di forte attualità ma richiede specifiche competenze che permettano, a seconda della destinazione, una scelta ottimale dei materiali in funzione delle loro caratteristiche fisico-meccaniche ed una conoscenza delle tecniche di posa e dei collanti che garantiscano perfette prestazioni anche e soprattutto in termini di  ecosostenibilità. Anche nei rivestimenti esterni occorrono specifiche competenze soprattutto nel campo degli ancoraggi metallici che più di altri forniscono garanzie di tenuta.

 

IMM, forte della sua esperienza trentennale, si è proposta di offrire all’interno di White Marble for Building:

  • un’offerta formativa gratuita sulle tematiche sopra menzionate a architetti, posatori, ingegneri e costruttori con un fitto programma di seminari e dimostrazioni pratiche.
  •  La realizzazione di una STARTUP arena in cui erano presentate aziende giovani e dinamiche che hanno investito in attività di ricerca e sviluppo e/o hanno sviluppato una forte sensibilità nei confronti delle problematiche di tipo ambientale che affliggono il settore della pietra naturale e quello delle costruzioni.
  • Un’area espositiva rappresentativa del settore del marmo di Carrara che conteneva la presenza di alcune delle più rappresentative aziende di estrazione e lavorazione della pregiata pietra naturale.